L’ECONOMIA, COME UN FALSO PROFETA, SI STA IMPADRONENDO DI NOI CON L’INGANNO

La stiamo tenendo in vita prostituendoci, come puttane impaurite di abbandonare il pappone, sacrificando miliardi di dollari per “salvare le banche” anziché le famiglie. E i frutti si iniziano già a intravedere. Presto, lei, l’economia, si sbarazzerà di noi perché in grado di reggersi da sola, di galoppare senza i comandi del fantino. Le nuove start up generatrici di miliardari che, grazie alle magnifiche opportunità del neoliberismo, riescono a sviluppare idee geniali e farle conoscere al mondo non hanno personale, ma si servono di loro stesse e dei loro seguaci per generare profitto.

File illustration picture showing the logo of car-sharing service app Uber on a smartphone next to the picture of an official German taxi signUber o BlaBlaCar ne sono il classico esempio: intuizioni di per sé geniali ma che, ahimè, non hanno alcuna utilità se non quella di rimpinzare la pancia dei loro creatori. L’automobile a disposizione (o il taxi nel caso di Uber) lo mette chi è interessato a “lavorare”, a incassare qualche soldo. Loro, le neo aziende, fanno solo da intermediarie mettendoti in collegamento con l’aspirante cliente. E per farlo si servono di un algoritmo scritto da ragazzini smanettoni che hanno sempre sognato di diventare i nuovi Zuckerberg, ritrovandosi in men che non si dica (rendiamo grazie al “mondo libero”) pieni di miliardi. Avete notato che le nuove idee tendono sempre a incrementare i profitti a discapito delle spese di gestione? Un app come BlaBlaCar, a parte i costi di manutenzione dei server, ha margini di profitto altissimi proprio perché il mezzo di produzione lo acquista chi si serve del servizio stesso. Qualche tempo fa ho azzardato a dire che, in un futuro prossimo, il lavoro così come noi lo conosciamo diverrà obsoleto e i cittadini avranno un reddito di cittadinanza con cui saranno obbligati a consumare. Saremo probabilmente liberati dalla schiavitù della produzione, ma verremo schiacciati da quella del consumo. “Non vuoi più lavorare? Benissimo, le macchine lo faranno al posto tuo. Ma sappi che, d’ora in avanti, sarai obbligato ad acquistare i miei prodotti!” Le nuove start up hanno sempre meno dipendenti (e quindi costi di produzione) e si stanno orientando verso un nuovo comunismo-capitalista (non è un ossimoro, sono sole due facce della stessa medaglia), una società simile a quella propagandata dal Project Venus. L’uomo verrà liberato dall’economia e potrà quindi fare a meno di lavorare. Ma a causa di ciò, come in un patto col diavolo, sarà costretto a consumare, a mantenere in vita proprio quella liberatrice che ha tanto agognato. E non è un’ipotesi tanto azzardata se si considera che in alcuni paesi europei è stato proposto un reddito di cittadinanza universale per “consentire ai cittadini in balia della disoccupazione di avere una vita dignitosa”. Da noi c’è il Movimento Cinque Stelle a occuparsene, con il popolino incurante delle conseguenze che lo sostiene a spada tratta.

libertà02

Abbiamo scelto di vivere per l’economia. Essa spezzerà le catene della schiavitù del lavoro, migliorerà le nostre vite, ci darà più tempo libero. In cambio, però, dovremo nutrirla con il consumo, con quei prodotti inutili e obsoleti a cui, però, non sappiamo rinunciare. Un contratto ragionevole, no?

One thought on “L’ECONOMIA, COME UN FALSO PROFETA, SI STA IMPADRONENDO DI NOI CON L’INGANNO”

  1. Al momento la traiettoria è e resta questa; con ricco condimento di guerre e deportazioni di schiavi (sotto mentite spoglie). Sarei però curioso di vedere per quanto potremo seguire questo percorso: il baraccone finanziario scricchiola, e non sono poi così sicuro che possa reggere a lungo.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...